Su questo sito utilizziamo cookie, nostri e di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta la nostra informativa sui cookie. Chiudendo questo elemento o interagendo con il sito senza modificare le impostazioni del browser acconsenti all'utilizzo di tutti i cookies del sito web www.aarontechnology.it ed i suoi sottodomini.

Blog

Tecnologia - Persone - Relazioni - Segreti

Mercoledì, 02 Novembre 2016 15:51

Lavagne interattive Sharp e Neuroscienze

Scritto da 

I meccanismi dell'attenzione: come utilizzarli per migliorare le nostre relazioni commerciali con il supporto della tecnologia Sharp

L'attenzione è un processo cognitivo attraverso il quale diamo valore ad una data informazione in un momento preciso e ne inibiamo un'altra, facendo una selezione di ciò che è per noi importante. Maggiore è l'attenzione che rivolgiamo ad un determinato stimolo, migliore sarà l'apprendimento dell'informazione in quanto essa rimarrà maggiormente impressa nella nostra memoria.

Quanto dura la nostra capacità di prestare attenzione ad una lezione o ad una presentazione aziendale?
Lo psicologo Wilbert Mckeachie scrive nel suo libro Teaching tips:

tipicamente l'attenzione sale dall'inizio della lezione per i primi 10 minuti e da quel momento in poi diminuisce

Ciò che scrive corrisponde alla realtà ed è ormai opinione diffusa, ma in effetti non si sa ancora bene per quale meccanismo accada. Lo psichiatra e studioso di neuroscienze John Medina nel suo libro " Il cervello istruzioni per l'uso" scrive a proposito:

Ciò implica che nell'insegnamento e nel mondo del lavoro bisogna trovare il modo prima per destare e poi tenere viva l'attenzione per 10 minuti e poi farlo di nuovo e poi di nuovo e avanti così

Analizziamo il processo dall'inizio. L'introduzione di una presentazione, o di qualunque altro evento, deve essere avvincente, perche' la battaglia per accaparrarsi l'attenzione di un uditorio si vince o si perde nei primi 30 secondi dell'intervento (ciò avviene perchè gli eventi che accadono la prima volta in cui siamo esposti ad una informazione svolgono un ruolo importantissimo nella capacità di essere ricordati). Le cose noiose non catturano l'attenzione, gli esperti di marketing sanno che devono puntare su stimoli insoliti e imprevedibili.

Se si vuole destare attenzione non bisogna iniziare dai dettagli ma da Idee chiave seguite dai particolari. Il significato viene prima dei dettagli e qui il cervello si focalizza sui concetti in sequenza, uno alla volta. Nell'attenzione il cervello procede in modo sequenziale e il multitasking non funziona. Bisogna evitare di esporre troppe informazioni senza dare abbastanza tempo per collegare i punti tra loro (si cade spesso in questo errore quando le informazioni vengono trasferite da un esperto ad un principiante). In pratica il cervello ha bisogno di pause.

Ponendo l'esempio di una presentazione della durata di un'ora bisogna prevedere piccole pause ogni 10 minuti, non necessariamente di tipo fisico, alzarsi e muoversi, ma utilizzando specifiche modalità per "rinnovare e catturare l'attenzione". Gli elementi da utilizzare a tale scopo e a cui ispirarsi sono i seguenti e discendono tutti dal nostro patrimonio evolutivo:

  1. è noto che le emozioni destano l'attenzione e che gli eventi carichi di emozioni (gioia, riso, paura, rabbia ecc...) si ricordano meglio e più a lungo
  2. il cervello ha diversi sistemi attivi dedicati a
    • percepire il rischio (pensate alle aggressioni degli animali nella savana)
    • cogliere opportunità riproduttive (il sesso vende)
    • riconoscere schemi ricorrenti (tendiamo a ricordare ciò che abbiamo già visto in precedenza e cerchiamo costantemente cose simili nell'ambiente)

Come riempire le 5 piccole pause di un'ora di presentazione? Raccontando aneddoti pertinenti all'argomento trattato che facciano leva su eventi emozionali (certo non una barzelleta qualunque) o che siano rivolti a sollecitare i suddetti sistemi dedicati del cervello. Non ultimo utilizzare al massimo il coinvolgimento diretto delle persone ponendo spesso domande. 

Quanto detto può sembrare non semplicissimo da mettere in pratica. Con la disponibilità di una Lavagna interattiva di Sharp (il miglior prodotto attualmente presente sul mercato) il compito è sicuramente facilitato. La bellezza delle immagini coinvolge e la possibilità di accedere ad internet durante la presentazione ci permette di utilizzare tutti i contenuti funzionali a risvegliare l'attenzione di cui abbiamo parlato. La lavagna crea un' interazione tra il relatore e il pubblico, l'utilizzo di immagini e video rende la presentazione più dinamica e accattivante e le persone risultano automaticamente più inclini a rimanere attente. Anche un relatore che non è un fuoriclasse avrà più chances di rendere interessante il proprio intervento, del resto l'alternativa a questo sistema rimane solo quella di continuare a sopportare noiosissime presentazioni che spesso durano ore e di cui penso siamo tutti arcistufi.

Einstein diceva:

la definizione di follia è insistere nel fare la stessa cosa aspettandosi risultati differenti

Se vogliamo raggiungere i nostri obiettivi in questo ambito non ci resta che migliorare le performances utilizzando meglio il meraviglioso cervello di cui siamo dotati, la conoscenza e la migliore tecnologia.

 

Letto 201 volte Ultima modifica il Lunedì, 19 Dicembre 2016 12:58
Maria Teresa

Lavoro nel settore office da molti anni. Conosco tutto e quasi tutti. Mi occupo della parte commerciale e relazionale.

Le mie più grandi passioni sono il mio lavoro, la psicologia e la letteratura. Potrebbero sembrare argomenti distanti, invece si integrano perfettamente. Ogni cliente, fornitore o collega, prima di essere un ruolo, è una persona ed ogni persona nasconde interi mondi da scoprire. La persona è per me centrale in ogni tipo di relazione e nel mio lavoro.

Scriverò su questo blog articoli per spiegare con la massima semplicità argomenti tecnici del settore, spesso ignoti ai più. Affronterò tematiche riguardanti le relazioni umane in ambito lavorativo e talvolta analizzerò la società in generale, ma solo qualora le mie evidenze possano rappresentare uno spunto di riflessione per chi legge.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Presentazione

Aaron si occupa di tecnologia, servizi e soluzioni printing. L'interfaccia con il cliente è quasi sempre il venditore e la conoscenza, tra cliente e fornitore, si limita spesso a questa relazione. Il mondo Aaron, i suoi valori, le sue abilità, le sue competenze rimangono pressoché sconosciuti.

Leggi tutto

Il sito è sicuramente una vetrina che favorisce questa conoscenza, tuttavia è parziale perché spesso impersonale e incentrato sui prodotti. Abbiamo scelto di creare questo blog per presentare la nostra realtà dando voce alle persone.

L'esperienza delle persone ha un grande valore e contiene conoscenza. Poterla esprimere e condividere è la giusta via per non sprecarla.

Abbiamo pensato, anzi, di coinvolgere in questo processo anche i nostri colleghi dealer, eliminando divisioni e diffidenze (un altro dealer è sempre un tuo potenziale concorrente che in qualunque momento può attaccare il tuo ego in un suo naturale prolungamento: i tuoi clienti) ed aprendo relazioni dove il “sapere” può essere condiviso per creare nuovo valore.

Riteniamo sia importante anche dare più visibilità all'intera categoria del mondo office, per far conoscere alle aziende del mercato lo spirito che ci anima e le nostre specifiche competenze.

Siamo convinti che in questo viaggio scopriremo e vi faremo scoprire nuovi segreti fin qui rimasti sommersi.

Cerca nel blog

Ultimi post

Ultimi commenti

  • Maria Teresa 20.10.2016 15:14
    Un caro saluto anche a te. Grazie per il tuo commento.

    Leggi tutto...

     
  • Elisa Nicastri 20.10.2016 11:14
    E' proprio così: l'energia è contagiosa e l'esempio trascina! Una sintesi perfetta di ciò che a me ...

    Leggi tutto...

     
  • Maria Teresa 18.10.2016 11:48
    Grazie Marco, “Il cambiamento è una legge della vita e coloro che si ostinano a guardare sempre solo ...

    Leggi tutto...

     
  • Marco Doniselli 17.10.2016 20:54
    La soddisfazione più grande è leggere le riflessioni di un cliente che ha colto in pieno gli spunti e ...

    Leggi tutto...

     
  • Marco Doniselli 19.07.2016 18:29
    Sei davvero un grande professionista!! Meticoloso, competente e creativo.!!!!

    Leggi tutto...

Iscriviti alla Newsletter mensile